Stufe a pellet

 Devi acquistare una stufa a pellet? Clicca qui per vedere le migliori occasioni di tutto il web! 


 

Le stufe a pellet sono un componente della casa che da 15 anni a questa parte stanno prendendo sempre più spazio all’interno delle case degli italiani.

stufa-pelletOltre a riscaldare gli ambienti di casa in modo ecologico (usando il pellet anzichè la classica legna ricavata abbattendo gli alberi), grazie al loro design le stufe a pellet sono anche un complemento d’arredo bello da vedere e, attraverso il loro funzionamento elettronico e quasi completamente automatico, sono di gran lunga più comoda da utilizzare rispetto alle classiche stufe a legna o ai classici camini e caminetti a legna.

Come le stufe a legna tradizionali ed i caminetti, anche le stufe a pellet, in certe versioni, offrono la possibilità di essere collegte all’impianto idraulico della casa per provvedere al riscaldamento dell’acqua corrente e dell’acqua dei termosifoni.




Anche se le stufe a pellet offrono la possibilità di canalizzare l’aria in varie stanze della casa, il fatto di poterle integrare con il proprio impianto di termosifoni permette di raggiungere lo stesso scopo di riscaldamento della casa senza pesanti interventi edili.

Riguardo alle stufe a pellet, va detto anche che il riscaldamento avviene esclusivamente tramite ricircolo di aria calda mentre nelle stufe a legna avviene soprattuto per via convettiva. La differenza è che le stufe a pellet sono in grado di riscaldare l’ambiente più velocemente ma, al loro spegnimento, smettono quasi immediatamente di emanare calore mentre nel caso di stufe e caminetti a legna la loro struttura immagazzina più calore che viene rilasciato più lentamente al loro spegnimento.

Pro e contro delle stufe a pellet

Si può dire che il pellet (con le caldaie e le stufe a pellet) abbia rivoluzionato il mercato del riscaldamento con dei vantaggi innegabili. Quello che bisogna affermare in modo obbiettivo, però, è che adottando una stufa a pellet ci sono anche alcuni svantaggi. Analizziamone pro e contro.

Vantaggi delle stufe a pellet rispetto alle stufe a legna

  1. Innanzitutto il pellet viene commerciato e stoccato in sacchi da 15 kg, decisamente più pratici della legna da ardere sfusa che, oltre ad essere più difficile da reperire, è più scomoda da stoccare e sporca con polvere e residui di legno oltre ad essere, talvolta, luogo ideale di stanziamento per gli insetti e roditori.
  2. Hanno una canna fumaria di dimensioni piccole (8-10cm) a tiraggio forzato. Questo significa che il problema dei reflussi di fumo in casa è praticamente assente e, chi non avesse un comignolo in casa, può adottare una stufa a pellet senza fare interventi edili particolarmente invasivi.
  3. Possono essere programmate elettronicamente per accendersi e spegnersi ad una determinata ora, senza bisogno di accenderle manualmente (sono provviste di una resistenza elettrica interna), e auto-regolano l’intensità della combustione del pellet al loro interno grazie all’uso di un termostato.
  4. Sono dotate di un serbatoio interno che provvede ad alimentare l camera di combustione della quantità di pellet necessaria senza bisogno dell’intervento umano. Solitamente, la capacità di questi serbatoi equivale ad una giornata di utilizzo della stufa a pellet.

Svantaggi delle stufe a pellet

  1. Essendo il loro funzionamento basato sull’elettronica, ed essendo basati sull’uso di ventole sia la canalizzazione del calore che il tiraggio della canna fumaria per l’evacuazione dei fumi, qualsiasi stufa a pellet per funzionare richiede la presenza di una presa elettrica e dell’elettricità. (e la stessa cosa è valida per le caldaie a pellet)
  2. Le stufe a pellet hanno bisogno di pulizia quotidiana dalle ceneri, avendo un bracere di dimensioni ridotte, e la manutenzione annuale è da eseguire con più attenzione a causa della presenza di componenti elettronici.
  3. I prezzi medi delle stufe a pellet sono più alti delle tradizionali stufe a legna.

Caratteristiche tecniche delle stufe a pellet

I vari modelli di stufe a pellet, pur potendo sembrare equivalenti, possono differire notevolmente in base ad alcune caratteristiche tecniche principali che sono:

  • Materiale: esistono stufe in ceramica ed in acciaio
  • Potenza termica: possono essere suddivise in 3 fasce da 0 a 10KW, da 10 a 12 KW e oltre 12KW
  • Tipologia: canalizzata e canalizzabile

Per quanto riguarda i principali produttori di stufe a pellet in Italia, tra i più popolari ricordiamo: Caminetti Montegrappa, Palazzetti, La Nordica, Edilkamin, Ravelli.

Quanto costa una stufa a pellet

Il prezzo delle stufe a pellet, dopo alcuni anni di inarrestabile ascesa, si è assestato su valori stabili complice anche l’aumento del mercato dell’usato.

Per una stufa a pellet di fascia economica, il nuovo si trova intorno ai 700€ installazione esclusa mentre si può salire tranquillamente oltre i 2.000€ di costo per una stufa di buona qualità capace di scaldare ambienti medio-grandi (100mq o più).

Il costo di una stufa a pellet comunque si riesce ad ammortizzare grazie al risparmio permesso dai bassi prezzi del pellet e, se si sfruttano gli incentivi fiscali sulle stufe a pellet, si può riuscire a recuperare senza troppi problemi fino al 50% del costo detraendolo dalla dichiarazione dei redditi IRPEF. Ad aumentare il risparmio contribuiscono in maniera significativa anche una buona manutenzione della stufa che ne mantiene alte le prestazioni ed una corretta taratura, sia della combustione (che, ad esempio, deve essere diversa se si utilizza pellet di abete o pellet di faggio) che del termostato ambientale.